Tag

,

Scherzano sul porno, ironizzano su Dio,
s’irrigidiscono se parli del porno
che fa un’amica o amata o se dici
che anche Allah, naturalmente, è porco.
Lodano il trasgredire, s’imbarazzano
se trasgredisci in modi non previsti.

Affermano che l’arte, la poesia
è qualcosa staccato, un prodotto elaborato
che con la vita vissuta non c’entra.
Hanno vite riposte, riparate
da tende fitte al di là delle quali
non c’è da scherzare, poetare, ironizzare.

Io qui sempre mi confondo. Per me
è la vita che secerne la poesia
come un enzima la ghiandola, senza
nessun geniale trucco. Viceversa
– scusate il paradosso – molto spesso
è la vita che non c’entra con la vita.


Scritta nel 2017.

Annunci